Dalla Grecia: intervista a Matteo Pucciarelli

Articolo scritto per il blog di Aldo Giannuli. ATENE – La Grecia va al voto, in una tornata elettorale che sembra essere di importanza storica per il paese e per l’Europa stessa. Il partito della sinistra greca, Syriza, è dato per favorito, ma non è sicuro se avrà i numeri necessari per governare da solo.…

GRECIA, ELEZIONI: Chi governerà il paese dopo il 25?

Articolo scritto per East Journal. ATENE – In vista delle elezioni greche di domenica 25 gennaio (si voterà dalle 7 di mattina alle 19 di sera, GMT+2) il quotidiano Kathimerini ha fatto una media degli ultimi dodici dati raccolti dai principali istituti demoscopici greci: Syriza otterrebbe il 29,5% dei consensi; Nea Dimokratia il 25,7%; il…

Ucraina: Il Califfato dell’Est

Articolo scritto per il blog di Aldo Giannuli. Nove mesi fa, come molti ricorderanno, le proteste esplose in Piazza Indipendenza a Kiev (poi ribattezzata semplicemente “Maidan”, ovvero “la piazza”) costrinsero il presidente ucraino Janukovyč ad abbandonare il potere e a rifugiarsi in Russia. Poche settimane dopo Putin reagì riprendendosi la Crimea. Nel frattempo gruppi oppositori…

Ex Jugoslavia: qualcosa si muove a sinistra

Articolo scritto per Aldo Giannuli. A marzo 2014, appena due mesi prima delle elezioni europee, nasceva in Slovenia un nuovo soggetto politico di sinistra, la Združena Levica (Sinistra Unita), come unione di tre piccoli partiti già esistenti. Al congresso fondativo partecipò anche Alexis Tsipras, facendo subito capire quale sarebbe stato l’allineamento europeo del nuovo movimento.…

Tra proteste e conservazione: il caso di Bulgaria e Bosnia-Erzegovina

Articolo scritto per il blog di Aldo Giannuli. Nel mese di febbraio la Bosnia-Erzegovina fu improvvisamente attraversata da numerose e partecipate proteste che arrivarono sugli schermi di tutto il mondo e sembrarono segnare un punto di svolta nella storia del paese. L’evento appariva ancora più interessante in quanto avveniva in un paese post-socialista, rompendo la…

UCRAINA: Cinque anni di galera per gli omosessuali. Succede nella Lugansk dei separatisti

Articolo scritto per EastJournal. AGGIORNAMENTO (14-10-2014): Sembra che la notizia sia in realtà falsa: il partito Borotba ha dichiarato di aver contattato Hohlov per chiarimenti sull’accaduto e lui avrebbe risposto di non aver presentato nessuna legge sull’omosessualità. Nel caso Borotba avesse ragione me ne scuso, purtroppo è sempre difficile avere conferme ufficiali sulle informazioni che arrivano dal Donbass, sia…